Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione AccessibilitÓ vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page

Sportello Lavoro per gli studenti

Tutti i dati statistici e le indagini sociali sono concordi nel porrela Calabriain coda alle classifiche europee per reddito pro capite e tasso di occupazione giovanile nonché in testa quanto a indicatori di lavoro sommerso e irregolare. Ciò ha generato una condizione di estrema depressione e stagnazione rispetto ai parametri di coesione e mobilità sociale, tasso di imprenditorialità giovanile, quantità e qualità dei servizi pubblici rivolti alla gioventù. La provincia di Reggio Calabria non fa eccezione al quadro delineato. Dilaga tra i giovani una difficile percezione del proprio “essere nella società”, nonché un diffuso disagio caratterizzato da scarsa autostima e crescente sradicamento, che è insieme causa ed effetto del sottosviluppo e dell’assistenzialismo che caratterizza in misura crescente le società meridionali.

Quale strumento per intervenire su questa allarmante situazione le associazioni hanno scelto la costituzione di uno “sportello impresa e lavoro”, luogo fisico e intellettuale in grado di stimolare tra i giovani, e in particolare tra i giovani universitari, processi di autoimprenditorialità, coscienza dei diritti individuali e inclusione sociale.

Più in particolare, obiettivi dello sportello sono :

  • contrastare la subcultura dello sfruttamento del lavoro irregolare rafforzando nei giovani e, in particolare, negli studenti universitari, la conoscenza della normativa in materia di lavoro e previdenza, la consapevolezza dei diritti civili e sociali individuali e la determinazione a pretendere dai datori il rispetto di tutte le regole poste a tutela delle proprie prestazioni lavorative e della sicurezza sul lavoro ;
  • contrastare la subcultura dell’assistenzialismo e del clientelismo, stimolando percorsi di autoimprenditorialità e di impresa cooperativa, tali da allontanare la gioventù dai cicli dell’economia criminale, dello sradicamento e dell’emarginazione sociale .
  • Promozione di un atteggiamento positivo e consapevole dei giovani, nei confronti del principio di cittadinanza attiva incoraggiando il dialogo e il confronto sulle sfide a cui la classe politica e le nuove generazioni devono approcciarsi;

Dare seguito ai principi sviluppati durante l’Anno Europeo 2010 della lotta alla Povertà e all'esclusione sociale, contribuendo alla diffusione di buone prassi e di sensibilizzare i giovani sul valore dell'inclusione sociale;

Il progetto “sportello impresa e lavoro” si fonda sull’apertura di un front office nel centro della città di Reggio Calabria, rivolto in particolare ai giovani e dedicato al monitoraggio, alla prevenzione e al contrasto del lavoro insicuro e irregolare nonché alla promozione di percorsi di autoimprenditorialità. Lo sportello sarà organizzato e gestito da giovani studenti universitari dei corsi di laurea in Giurisprudenza e Scienze economiche, coadiuvati da giovani laureati, praticanti o neoabilitati alle professioni di avvocato, commercialista e consulente del lavoro. Ciò avverrà, per tutti, su base totalmente volontaria e gratuita. Accanto al front office fisico, la diffusione delle attività del progetto verrà massimizzata grazie alle potenzialità interattive di un sito internet “dedicato” e alla presenza di link e richiami al progetto sui principali social network. Cinque le linee di intervento fondamentali :

“monitoraggio” delle caratteristiche e delle dimensioni attuali del fenomeno del lavoro irregolare e insicuro tra i giovani della provincia di Reggio Calabria e dell’area metropolitana dello Stretto, con particolare attenzione alla popolazione studentesca. Verifica del fenomeno non solo mediante l’interazione con gli utenti dello sportello, ma anche attraverso campagne comunicative di sensibilizzazione e l’elaborazione e la somministrazione nei luoghi di studio e lavoro di specifici questionari e di altri particolari strumenti d’indagine, successivamente diffusi a fini statistici ;

“prevenzione e contrasto”. Lo staff dello sportello orienterà la propria attività di peer counseling ad una costante azione di prevenzione e contrasto delle forme di lavoro irregolare. Preventiva, rendendo consapevoli gli utenti dei diritti e delle tutele di cui sono e saranno titolari, nonché coscienti dei rischi e degli svantaggi causati dall’accettazione di condizioni deteriori di lavoro, previdenza e sicurezza. Di contrasto, allorché, riscontrate tra gli utenti situazioni di irregolarità già in atto, lo sportello porrà in essere un’adeguata moral suasion al fine di convincere il giovane lavoratore a intraprendere le necessarie azioni di denuncia e di collaborazione con le rappresentanze sindacali e le autorità amministrative ;

“informazione” circa le tipologie e le caratteristiche dei contratti di lavoro, specie atipico, le istituzioni e gli uffici dotati di competenze amministrative in materia di lavoro ( Centro per l’impiego, Inps, Inail, Ispettorato provinciale del lavoro ecc… ), le possibilità di assistenza e tutela contrattuale e previdenziale, i servizi di consulenza sindacale, legale e contrattuale presenti sul territorio, le opportunità formative e di empowerement offerte dalla legislazione nazionale e regionale, i seminari e i bandi mirati. Una particolare attenzione verrà data all' informazione sulla normativa per il sostegno e la tutela dell’occupazione femminile e giovanile, sulle politiche di conciliazione e sui nuovi ammortizzatori sociali in deroga. Lo sportello rappresenterà anche lo strumento in grado di mettere gli utenti in collegamento con altri servizi specialistici di settore utili a risolvere le loro problematiche ;

“orientamento” circa le caratteristiche del mercato del lavoro a livello locale, le caratteristiche del tessuto economico del territorio, i fabbisogni professionali. Lo sportello, inoltre, svolgerà un’attività preliminare e integrativa al counseling e agli altri servizi orientativi demandati al Centro per l’impiego, sfruttando i vantaggi dell’approccio informale e peer-to-peer ( studente a studente ) : esposizione delle opportunità formative, supporto individuale per la valutazione delle aspettative, delle capacità, delle attitudini, redazione di bilanci di competenze, compilazione di curricula, sostegno per la preparazione ai colloqui di lavoro, diagnosi sulle competenze/abilità per l’acquisizione di consapevolezza del proprio lavoro e miglioramento della vita professionale ;

“imprenditorialità”. Il front office svolgerà una funzione di stimolo all’autoimprenditorialità dei giovani e di orientamento verso di essa del maggior numero di studenti con adeguate attitudini, quale valida alternativa al lavoro dipendente e alla imperante mentalità assistenzialista e remissiva. In particolare, il front office fornirà informazioni e sostegno all’utenza circa la possibilità di fare impresa, specie in forma cooperativa, di accedere a tal fine al credito, a bandi pubblici e privati di finanziamento o agevolazione nonchè ad attività formative mirate a implementare le capacità manageriali dei singoli. Lo sportello si occuperà, inoltre, di mettere in contatto diretto i giovani interessati a fare impresa con i soggetti, pubblici e privati (ad esempio Camera di Commercio, associazioni di rappresentanza d’impresa ), in grado di fornire un livello maggiormente professionale di consulenza e assistenza. A tal fine verranno stilati specifici protocolli di collaborazione.

Via dell'UniversitÓ, 25 (giÓ Salita Melissari) - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Instagram

PRIVACY - NOTE LEGALI - ELENCO SITI TEMATICI