Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page

Ingegneria dell'Informazione

Denominazione

Ingegneria dell’Informazione

Dipartimento

Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione, delle Infrastrutture e dell'Energia Sostenibile (DIIES)

Sede

Reggio Calabria

Durata

3 anni

Coordinatore

Prof. Antonio Iera

Collegio docenti

Titolo richiesto per l’accesso

LM-17 Fisica
LM-18 Informatica
LM-20 Ingegneria aerospaziale e astronautica
LM-21 Ingegneria biomedica
LM-22 Ingegneria chimica
LM-23 Ingegneria civile
LM-24 Ingegneria dei sistemi edilizi
LM-25 Ingegneria dell'automazione
LM-26 Ingegneria della sicurezza
LM-27 Ingegneria delle telecomunicazioni
LM-28 Ingegneria elettrica
LM-29 Ingegneria elettronica
LM-30 Ingegneria energetica e nucleare
LM-31 Ingegneria gestionale
LM-32 Ingegneria informatica
LM-33 Ingegneria meccanica
LM-34 Ingegneria navale
LM-35 Ingegneria per l'ambiente e il territorio
LM-40 Matematica
LM-44 Modellistica matematico-fisica per l'ingegneria
LM-53 Scienza e ingegneria dei materiali
LM-54 Scienze chimiche
LM-70 Scienze e tecnologie alimentari
LM-71 Scienze e tecnologie della chimica industriale
20/S (specialistiche in fisica)
23/S (specialistiche in informatica)
25/S (specialistiche in ingegneria aerospaziale e astronautica)
26/S (specialistiche in ingegneria biomedica)
27/S (specialistiche in ingegneria chimica)
28/S (specialistiche in ingegneria civile)
29/S (specialistiche in ingegneria dell'automazione)
30/S (specialistiche in ingegneria delle telecomunicazioni)
31/S (specialistiche in ingegneria elettrica)
32/S (specialistiche in ingegneria elettronica)
33/S (specialistiche in ingegneria energetica e nucleare)
34/S (specialistiche in ingegneria gestionale)
35/S (specialistiche in ingegneria informatica)
36/S (specialistiche in ingegneria meccanica)
37/S (specialistiche in ingegneria navale)
38/S (specialistiche in ingegneria per l'ambiente e il territorio)
45/S (specialistiche in matematica)
50/S (specialistiche in modellistica matematico-fisica per l'ingegneria)
62/S (specialistiche in scienze chimiche)
81/S (specialistiche in scienze e tecnologie della chimica industriale)

Obiettivi del corso

Il Dottorato in Ingegneria dell'Informazione ha lo scopo di formare figure professionali ad elevata qualificazione, con competenze avanzate, multidisciplinari ed integrate nei settori di riferimento delle Tecnologie dell’Informazione e delle sue applicazioni avanzate.
La formazione sarà rivolta a rafforzare la conoscenza delle discipline fisico-matematiche di base, all'approfondimento delle discipline appartenenti ai SSD di riferimento, a sviluppare efficacemente temi di ricerca innovativi teorici e/o applicativi.

Gli obiettivi formativi riguarderanno:

  • il completamento della formazione fisico–matematica di base, con particolare riferimento ai metodi di maggior interesse per l’Ingegneria dell’Informazione;
  • l’approfondimento dei fondamenti teorici delle discipline relative ai SSD di riferimento;
  • l'acquisizione critica di risultati e prospettive nell'ambito del settore di interesse;
  • lo sviluppo di un tema di ricerca avanzato nell’ambito del Curriculum disciplinare e dell’indirizzo di ricerca prescelto, ivi incluse eventuali applicazioni non convenzionali delle tecnologie dell'Informazione.

Inoltre, il dottorando maturerà la capacità di:

  • pianificare ed effettuare prove e verifiche sperimentali e/o numeriche;
  • analizzare le esigenze di innovazione tecnologica di imprese ed enti pubblici e privati, nazionali ed internazionali;
  • individuare opportunità di finanziamento;
  • pianificare progetti di ricerca e di trasferimento tecnologico.

Sbocchi occupazionali

L’esperienza maturata con i Corsi precedenti, i quali hanno visto l’inserimento stabile di tutti i formati all'interno di ambiti lavorativi di loro totale gradimento, lascia facilmente prevedere che i dottorandi che si intende formare attraverso questo nuovo Corso potranno scegliere tra varie possibilità occupazionali, ovvero:

  1. Ricerca Universitaria. Si nota al proposito che nonostante le scarse risorse destinate agli Atenei, negli ultimi anni ben sette dottori di ricerca provenienti dal nostro corso sono stati assunti, come Ricercatore TD, da tre diversi Atenei italiani, e che altri sono stabilmente impegnati in Atenei stranieri;
  2. Enti pubblici di ricerca nazionali (CNR, CIRA, ENEA, ASI, INFN) ed internazionali (EURATOM, CERN, AFRL, IPP, ESA).
  3. Ruoli di progettazione, ricerca e sviluppo in aziende nazionali ed internazionali nel settore dell’Information and Communication Technology.
    E’ al riguardo opportuno notare che l’industria microelettronica nazionale e centro-meridionale (STM, Micron) è costantemente alla ricerca di personale in possesso di un livello di specializzazione post-universitaria ed aggiornato sulle tecnologie più avanzate, da inserire nei reparti di ricerca e sviluppo.
  4. Management dell’innovazione tecnologica presso aziende, enti pubblici e privati operanti nel settore dei servizi.

Anno di attivazione

2019

Curricula

Il dottorato non prevede alcuna articolazione in curricula.

Attività formative

Nell’arco del triennio gli allievi dovranno conseguire un totale di 180 CFU suddivisi in:

  • frequenza di insegnamenti ad hoc appositamente erogati dal Dottorato in Ingegneria dell’Informazione, di natura:
    1. metodologica, volti a fornire allo studente strumenti operativi sia teorici che applicativi;
    2. informativa, finalizzati a presentare allo studente lo stato dell’arte dell’argomento di ricerca trattato, ed i suoi possibili sviluppi futuri;
  • frequenza di insegnamenti (pari a 2) delle lauree magistrali (di interesse trasversale o specialistico) non precedentemente seguiti;
  • frequenza di cicli seminariali organizzati dai membri del Collegio ed erogati da qualificati rappresentanti di Università, Enti di Ricerca, Aziende;
  • partecipazione a Scuole di Dottorato intensive organizzate da società scientifiche nazionali ed internazionali in area ICT quali ad esempio https://www.create.unina.it/scuolagasparini/, https://netprog.liparischool.it/, http://www.esoa-web.org e quelle organizzate dal progetto europeo A-WEAR, “A network for dynamic wearable applications with privacy constraints”, (http://www.tut.fi/a-wear/), ITN/European Joint Doctorate, di cui il Dottorato è partner;
  • partecipazione a Convegni Nazionali ed Internazionali;
  • attività di studio autonomo e/o guidato da un supervisor di testi e pubblicazioni scientifiche di riferimento;
  • acquisizione, sotto la guida di un supervisor, di capacità di lavoro sperimentale in un laboratorio e/o di progettazione-simulazione al calcolatore;
  • attività di ricerca autonoma finalizzata alla stesura di pubblicazioni scientifiche e di una Tesi di Dottorato.

Il numero di CFU assegnati ad ognuna delle attività di cui sopra (salvo che per gli insegnamenti ad hoc erogati dal Dottorato in Ingegneria dell’Informazione e mutuati dai corsi di laurea magistrale) saranno decisi dal Collegio sentito il supervisore.

Il numero di CFU per insegnamenti ad hoc previsti nell’iter formativo è pari a 30, corrispondenti a 20 moduli da 1.5 CFU, di cui è prevista verifica finale per 10, in base alle risposte ad un test scritto. Tali insegnamenti potranno essere scelti da ciascun dottorando tra quelli inclusi in un’offerta molto vasta così come riportato qui.

Le attività potranno essere svolte parzialmente nell’ambito di un soggiorno presso altre istituzioni in Italia e all’estero, la cui durata media prevista è di 6 mesi.

  • Specifiche
    • Insegnamenti
    • Cicli seminariali
      Il calendario dei cicli seminariali erogati da qualificati rappresentanti di Università, Enti di Ricerca, Aziende su tematiche innovative in ambito ICT verrà reso disponibile durante l'A.A. 2019-2020.
    • Periodo previsto di soggiorno all’estero (massimo 18 mesi)
      La durata media prevista per il soggiorno presso altre istituzioni in Italia e all’estero è di 6 mesi.
  • Attività di cui all’art. 4 comma 1 lett. F
    • Linguistica
      Il dottorato prevede diverse azioni per il miglioramento delle conoscenze linguistiche, ovvero
      • erogazione di appositi corsi in coordinamento con gli altri corsi di dottorato dell’Ateneo;
      • incoraggiamento e per quanto possibile sostegno a periodi di formazione all'estero;
      • richiesta di sviluppare in inglese relazioni e seminari di avanzamento delle attività di ricerca e formazione.
    • Informatica
      I dottorandi del corso di dottorato in ingegneria dell’informazione, generalmente, posseggono già delle solide basi nelle discipline informatiche, provenendo, da corsi di laurea che prevedono percorsi di base e caratterizzanti in informatica. Ulteriori attività di perfezionamento informatico, ivi incluso l'utilizzo di hardware e software avanzati, sono in ogni caso previste (e differenziate per i singoli percorsi).

    • Valorizzazione della ricerca e proprietà intellettuale
      Oltre alle attività 'sul campo', le attività in tale ambito prevedono seminari e minicorsi (eventualmente in coordinamento con gli altri dottorati), nonchè la interazione con i diversi spin-off attivi presso i diversi laboratori del DIIES, alcuni dei quali fondati da ex studenti del dottorato.
Via dell'Università, 25 (già Salita Melissari) - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Instagram

PRIVACY - NOTE LEGALI - ELENCO SITI TEMATICI