Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page

STABILITA' DEI PENDII

Corso Ingegneria Civile
Curriculum IDRAULICA
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2014/2015
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/07
Anno Secondo anno
Unità temporale Primo semestre
Ore aula 48
Attività formativa Attività formative a scelta dello studente (art.10, comma 5, lettera a)

Canale unico

Erogazione 36M019 STABILITA' DEI PENDII in Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio LM-35 GIOFFRE' DOMENICO
Docente Non assegnato
Obiettivi Il corso di stabilità dei pendii si propone di fornire all’allievo gli strumenti necessari per comprendere le problematiche geotecniche-applicative legate all’utilizzo dei metodi di analisi di stabilità dei pendii. Per far questo durante il corso saranno illustrati: l’applicazione dei principi fondamentali della meccanica dei terreni alla valutazione delle condizioni di stabilità – in condizioni statiche e dinamiche - dei versanti naturali, delle costruzioni in terra (rilevati, dighe in terra) e dei fronti di scavo; l’uso di strumenti informatici per l’analisi del regime delle pressioni interstiziali nel sottosuolo mediante il metodo degli elementi finiti, e per la valutazione del coefficiente di sicurezza del pendio mediante i metodi delle strisce; i principali metodi impiegati nella pratica applicativa per la stabilizzazione di versanti naturali oggetto di movimenti franosi.
Programma L’offerta didattica per realizzare gli obiettivi formativi generali indicati si articola secondo i seguenti argomenti:

Classificazione delle frane. (Classificazione dei movimenti franosi, glossario internazionale per le frane, Analisi delle cause dei movimenti di versante)

Le indagini sul corpo di frana. (Obiettivi e programmazione delle indagini. Carotaggi. Strumenti di misura: Piezometri, Inclinometri.)

Stabilità dei pendii naturali e dei fronti di scavo.(Pendii in rocce sciolte: Analisi dell’equilibrio limite. Superficie di rottura piana (pendio di altezza finita; pendio indefinito). Superficie di rottura circolare (metodi di Fellenius, Bishop, Bell, Janbu, Morgenstern e Price)

Metodi di stabilizzazione dei pendii in frana. (Stabilizzazione attraverso la modifica geometrica del pendio. Stabilizzazione attraverso elementi strutturali. Stabilizzazione attraverso il controllo delle pressioni interstiziali. Trincee e pozzi drenanti. Ancoraggi e chiodature nei pendii in roccia)
Testi docente Camillo Airò Farulla’.(2001).Analisi di stabilità dei pendii. I metodi dell'equilibrio limite. Hevelius.
Lancellotta (2004). Geotecnica (3 ed.). Zanichelli, pp.496, ISBN ISBN: 88-08076-53-9.
Hausmann, M.R. (1990). Engineering Principles Of Ground Modification, MCGRAW-HILL.
Appunti e Dispense delle lezioni.
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Salita Melissari - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Google+

PRIVACY - NOTE LEGALI - ELENCO SITI TEMATICI