Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page

TECNOLOGIE INNOVATIVE PER IL PROGETTO

Corso Architettura
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2014/2015
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/12
Anno Quarto anno
Unità temporale Primo semestre
Ore aula 60
Attività formativa Attività formative a scelta dello studente (art.10, comma 5, lettera a)

Canale Unico

Docente FRANCESCA GIGLIO
Obiettivi N.D.
Programma I contenuti del Corso, sono focalizzati sul rapporto tra innovazione tecnologica e progetto, con riferimento alle sfide tecnologiche delle nuove modalità abitative, che si traducono nei concetti della temporaneità dell’abitare e alle ricadute sui nuovi paradigmi costruttivi relativi alla reversibilita’ del processo costruttivo. “Negli ultimi anni si è progressivamente affermato il concetto della reversibilità come caratteristica di un sistema edilizio a poter essere de-costruito affinché le entità tecnologiche (materiali, elementi, componenti o sistemi) di cui è costituito possano essere considerate ancora come effettive risorse (e non residui, scarti, rifiuti) da reintrodurre in un ulteriore processo produttivo o da reintegrare nell’ambiente naturale. Le direttrici tecnologiche della temporaneità privilegiano i sistemi costruttivi in metallo, in legno e i materiali plastici, in ragione non solo della leggerezza quale presupposto della facile movimentazione degli elementi, ma anche dell’efficienza peso/resistenza” (R. Bologna 2008).L’ambito di riferimento verte, quindi, sulla descrizione di strumenti e metodi per realizzare un'attività progettuale innovativa dal punto di vista delle tecnologie di prodotto e di processo, per una nuova concezione dell’abitare temporaneo, dalla flessibilità degli spazi, alla dinamica evolutiva dei materiali e componenti, fino alla individuazione dei relativi sistemi costruttivi utilizzabili e dei sistemi impiantistici off-grid, per l’autosufficienza energetica.
Sulla base di tale quadro di riferimento, l’articolazione generale delle lezioni, riguarderà una prima parte, teorica, sui concetti generali relativi al rapporto tra le diverse forme di innovazione di processo e di prodotto, in relazione alle attuali richieste normative di efficienza energetica e risparmio di risorse.
La seconda parte, a carattere maggiormente operativo, sarà rivolta alla realtà produttiva contemporanea attraverso lezioni e seminari, anche in collaborazione con Aziende di settore. Tra i temi trattati:
- Innovazione tecnologica e produzione edilizia
- Prefabbricazione e tecnologie costruttive leggere
- L’evoluzione prestazionale della componente materica per l’involucro: materiali avanzati (VIP, TIM, PCM, materiali foto catalitici), materiali naturali e riciclati
- Microarchitetture urbane: casi studio
Ogni tema sarà trattato descrivendo l’evoluzione dell’offerta produttiva e casi studio specifici
Risultati attesi (acquisizione di conoscenze da parte dello studente)
Gli studenti acquisiranno conoscenze e abilità specialistiche riguardanti in particolare:
- la capacità critica di affrontare la complessità del rapporto tra scelte tecniche, innovazione e linguaggi costruttivi contemporanei
- la conoscenza di strumenti e strategie inerenti le tecnologie finalizzate alla operatività progettuale
- la conoscenza dei criteri di scelta di materiali, prodotti e componenti in relazione alle loro ricadute ambientali in una soluzione tecnico-costruttiva
Testi docente Bibliografia di riferimento
- Bologna R. (2002)” La reversibilità del costruire. L'abitazione transitoria in una prospettiva sostenibile” Maggioli Editore, Rimini
- Gaspari J. (2008) “L’innovazione tecnologia e la sostenibilità nelle costruzioni”, Edicom (GO)
- Imperadori M., (a cura di) (2006), “La progettazione con tecnologia stratificata a secco”. Collana Tecnologia e Progetto, Il Sole 24 ORE, Milano
- Sinopoli N., Tatano V., (a cura di)( 2002), “Sulle tracce dell'innovazione. Tra tecniche e architettura”, Franco Angeli, Milano
- Zanelli A., Giurdanella V., Superbi G., Viscuso S. (2010) “Assemblage: la libertà costruttiva”, Il sole 24 ore, Milano.
Durante il corso verranno fornite indicazioni bibliografiche e dispense specifiche sugli argomenti trattati.
Sitografia di riferimento
- www.modulo.net
- www.ediliziainrete.it
- www.edilportale.it-
- www.infobuildenergia.it
Riviste di settore:
Arketipo, Azero, Costruire in laterizio, Detail, Modulo, The Plan, Progettare.
Manuali:
Gerald Staib, Andreas Dorrhofer, Markus Rosenthal, Atlante della progettazione modulare, Utet scienze
tecniche, 2010.
Erogazione tradizionale Si
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria Si
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale Si
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto Si
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Descrizione Allegato
course programme (programma) Icona dell'estensione dell'allegato
Programma Corso Tecnologie innovative per il progetto (programma) Icona dell'estensione dell'allegato
Nessun avviso pubblicato
Salita Melissari - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Google+

PRIVACY - NOTE LEGALI