Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page

DIRITTO COSTITUZIONALE

Corso GIURISPRUDENZA
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2016/2017
Crediti 16
Settore Scientifico Disciplinare IUS/08
Anno Primo anno
Unità temporale Primo semestre
Ore aula 96
Attività formativa Attività formative di base

Canale: A-L

Docente ANTONINO SPADARO
Collaboratori ALESSIA BATTAGLIA, ALESSIO RAUTI, SIMONA POLIMENI
Obiettivi B) INFORMAZIONI SPECIFICHE:
• Descrizione sintetica dell’insegnamento:
Lo studio del Diritto Costituzionale comprende i fondamenti delle diverse branche del diritto positivo statale e la legittimazione dello stesso ordine giuridico di una società. L’insegnamento mira ad una buona cono-scenza dell’ordinamento costituzionale italiano (diritti e libertà, loro garanzie, equilibrio fra i poteri, fonti del diritto, organizzazione territoriale del potere) nel quadro dell’ordinamento dell’Unione Europea. Il corso è svolto - nei due semestri - attraverso lezioni, seminari, esercitazioni, conferenze e tavole rotonde con docen-ti esterni, anche in forma interdisciplinare. Talvolta si svolge pure un “processo costituzionale simulato”.

• Prerequisiti:
Per una fruttuosa frequenza del corso occorrono buone conoscenze storiche-geografiche e discrete conoscenze di cultura generale. Tra le altre discipline, ovviamente il Diritto costituzionale è propedeutico almeno al Di-ritto pubblico comparato e a tutte le materie complementari costituzionalistiche (Dottrina dello Stato, Giu-stizia costituzionale, Diritto regionale).

• Risultati di apprendimento attesi:
Dettagliata conoscenza della Costituzione della Repubblica, delle principali fonti del diritto pubblico e dell'organizzazione complessiva dello Stato costituzionale italiano, con particolare attenzione agli organi di garanzia, alle articolazioni territoriali e ai diritti fondamentali
Programma • Programma del corso:
1. Cenni di teoria generale (Metodo cognitivista nelle scienze sociali. Fenomenologia politica: concetto di potere e tipologia dei poteri. Fenomenologia giuridica: diritto e società; atto, fatto, soggetto, oggetto nel di-ritto; diritto privato/diritto pubblico; gli atti giuridici e la loro classificazione; princìpi e norme; norma e disposizione: il problema dell’interpretazione). 2. Stato e Costituzione (Concetto e tipologia delle forme di Stato e delle forme di governo. Storia e concetto di Costituzione. Caratteri e struttura della Costituzione ita-liana. La separazione fra i poteri. Sistema elettorale. Corpo elettorale e indirizzo politico). 3. L’organizzazione costituzionale dello Stato italiano (Struttura e funzioni di Corte costituzionale, Presidente della Repubblica, Governo, Parlamento, Magistratura. Cenni sul Diritto costituzionale nel quadro del Dirit-to pubblico comunitario). 4. Le fonti del diritto (Il quadro organico e dettagliato di tutte le fonti del diritto: criteri di classificazione e tipologia). 5. La Pubblica Amministrazione (Cenni sui princìpi costituzionali in tema di P.A. Diritti soggettivi e interessi legittimi). 6. Le libertà (Principio di eguaglianza e diritti/doveri del cittadino. I diritti inviolabili dell’uomo e le relative forme di tutela. Le libertà costituzionalmente protette. Il pluralismo nell’ordinamento italiano: le formazioni sociali di rilievo costituzionale). 7. Le autonomie locali (struttura e funzioni di Regioni, Province e Comuni).

• Modalità di accertamento dei risultati di apprendimento:
Test scritto propedeutico all’esame orale. Per i frequentanti iscritti al I anno è possibile sostenere un test di esonero a fine corso che, se superato, consente un parziale esonero.
Testi docente • Testi e materiale didattico consigliato (eventuali siti internet di riferimento)
Informazioni integrali sul sito http://www.unircost.altervista.org/

Per gli studenti frequentanti:
a) Parte generale:
- Lezioni del docente, seminari e conferenze del corso
- T. MARTINES, Diritto costituzionale, editio maior a cura di G. Silvestri, XIII ed., Milano Giuffré, 2013 (N.B.: la conoscenza del manuale è comunque obbligatoria anche per chi segue le lezioni). Il testo va studiato integralmente. Tuttavia, sono facoltative le pagine 3-32 e 189- 214.
b) Parte speciale: a scelta, uno tra i seguenti testi
- A. SPADARO, Contributo per una teoria della Costituzione, vol. I, Fra democrazia relativista e assolutismo etico, Milano Giuffré, 1994, ristampa 2016, solo le pp. 5-180 (si consiglia comunque la lettura almeno fino a pag. 288).
- A. RUGGERI-A. SPADARO, Lineamenti di giustizia costituzionale, V ed., Torino Giappichelli, 2014 (solo le pagine 201-337).

Per gli studenti non frequentanti:
a) Parte generale:
- T. MARTINES, Diritto costituzionale, editio maior a cura di G. Silvestri, XIII ed., Milano Giuffré, 2013. Il testo va studiato integralmente. Tuttavia, sono facoltative le pagine 3-32 e 189- 214.
b) Parte speciale i seguenti testi
- A. SPADARO, Contributo per una teoria della Costituzione, vol. I, Fra democrazia relativista e assolutismo etico, Milano Giuffré, 1994, ristampa 2016, le pp. 5-288 (si consiglia comunque la let-tura almeno fino a pag. 419).
- A. RUGGERI-A. SPADARO, Lineamenti di giustizia costituzionale, V ed., Torino Giappichelli, 2014 (solo le pagine 201-337).


Letture meramente facoltative e integrative dei testi sopra indicati, per gli studenti più volenterosi (frequentanti e non frequentanti):
- A. SPADARO, Dai diritti “individuali” ai doveri “globali”. La giustizia distributiva internaziona-le nell’età della globalizzazione, Soveria Mannelli (CZ) Rubbettino, 2005.
- A. SPADARO, Libertà di coscienza e laicità nello Stato costituzionale (le radici “religiose” dello Stato “laico”), Torino Giappichelli 2008
- AA.VV., Riflessioni sulle sentenze 348-349/2007 della Corte costituzionale, a cura di C. Salazar e A. Spadaro, Milano Giuffré, 2009.
- AA.VV., Istituzioni e proposte di riforma (Un “progetto” per la Calabria), 2 voll., a cura di A. Spadaro, Napoli Jovene, 2010.
- AA.VV., Lineamenti di Diritto costituzionale della Regione Calabria, a cura di C. Salazar e A. Spadaro, Torino Giappichelli 2013.


Erogazione tradizionale Si
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta Si
Valutazione prova orale Si
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No
Docente CLAUDIO PANZERA
Collaboratori ALESSIA BATTAGLIA, ALESSIO RAUTI, SIMONA POLIMENI
Obiettivi B) INFORMAZIONI SPECIFICHE:
• Descrizione sintetica dell’insegnamento:
Lo studio del Diritto Costituzionale comprende i fondamenti delle diverse branche del diritto positivo statale e la legittimazione dello stesso ordine giuridico di una società. L’insegnamento mira ad una buona cono-scenza dell’ordinamento costituzionale italiano (diritti e libertà, loro garanzie, equilibrio fra i poteri, fonti del diritto, organizzazione territoriale del potere) nel quadro dell’ordinamento dell’Unione Europea. Il corso è svolto - nei due semestri - attraverso lezioni, seminari, esercitazioni, conferenze e tavole rotonde con docen-ti esterni, anche in forma interdisciplinare. Talvolta si svolge pure un “processo costituzionale simulato”.

• Prerequisiti:
Per una fruttuosa frequenza del corso occorrono buone conoscenze storiche-geografiche e discrete conoscenze di cultura generale. Tra le altre discipline, ovviamente il Diritto costituzionale è propedeutico almeno al Di-ritto pubblico comparato e a tutte le materie complementari costituzionalistiche (Dottrina dello Stato, Giu-stizia costituzionale, Diritto regionale).

• Risultati di apprendimento attesi:
Dettagliata conoscenza della Costituzione della Repubblica, delle principali fonti del diritto pubblico e dell'organizzazione complessiva dello Stato costituzionale italiano, con particolare attenzione agli organi di garanzia, alle articolazioni territoriali e ai diritti fondamentali
Programma 1. Cenni di teoria generale (Metodo cognitivista nelle scienze sociali. Fenomenologia politica: concetto di po- tere e tipologia dei poteri. Fenomenologia giuridica: diritto e società; atto, fatto, soggetto, oggetto nel diritto; diritto privato/diritto pubblico; gli atti giuridici e la loro classificazione; princìpi e norme; norma e disposi- zione: il problema dellinterpretazione). 2. Stato e Costituzione (Concetto e tipologia delle forme di Stato e delle forme di governo. Storia e concetto di Costituzione. Caratteri e struttura della Costituzione italiana. La separazione fra i poteri. Sistema elettorale. Corpo elettorale e indirizzo politico). 3. Lorganizzazione costitu- zionale dello Stato italiano (Struttura e funzioni di Corte costituzionale, Presidente della Repubblica, Gover- no, Parlamento, Magistratura. Cenni sul Diritto costituzionale nel quadro del Diritto pubblico comunitario). 4. Le fonti del diritto (Il quadro organico e dettagliato di tutte le fonti del diritto: criteri di classificazione e ti- pologia). 5. La Pubblica Amministrazione (Cenni sui princìpi costituzionali in tema di P.A. Diritti soggettivi e interessi legittimi). 6. Le libertà (Principio di eguaglianza e diritti/doveri del cittadino. I diritti inviolabili delluomo e le relative forme di tutela. Le libertà costituzionalmente protette. Il pluralismo nellordinamento italiano: le formazioni sociali di rilievo costituzionale). 7. Le autonomie locali (struttura e funzioni di Regioni, Province e Comuni).
Testi docente Informazioni integrali sul sito http://www.unircost.altervista.org/

Per gli studenti frequentanti:
a) Parte generale:
- Lezioni del docente, seminari e conferenze del corso
- T. MARTINES, Diritto costituzionale, editio maior a cura di G. Silvestri, XIII ed., Milano Giuffré, 2013 (N.B.: la conoscenza del manuale è comunque obbligatoria anche per chi segue le lezioni). Il testo va studiato integralmente. Tuttavia, sono facoltative le pagine 3-32 e 189- 214.
b) Parte speciale: a scelta, uno tra i seguenti testi
- A. SPADARO, Contributo per una teoria della Costituzione, vol. I, Fra democrazia relativista e assolutismo etico, Milano Giuffré, 1994, ristampa 2016, solo le pp. 5-180 (si consiglia comunque la lettura almeno fino a pag. 288).
- A. RUGGERI-A. SPADARO, Lineamenti di giustizia costituzionale, V ed., Torino Giappichelli, 2014 (solo le pagine 201-337).


Per gli studenti non frequentanti:
a) Parte generale:
- T. MARTINES, Diritto costituzionale, editio maior a cura di G. Silvestri, XIII ed., Milano Giuffré, 2013. Il testo va studiato integralmente. Tuttavia, sono facoltative le pagine 3-32 e 189- 214.
b) Parte speciale: i seguenti testi
- A. SPADARO, Contributo per una teoria della Costituzione, vol. I, Fra democrazia relativista e assolutismo etico, Milano Giuffré, 1994, ristampa 2016, solo le pp. 5-288 (si consiglia comunque la lettura almeno fino a pag. 419).
- A. RUGGERI-A. SPADARO, Lineamenti di giustizia costituzionale, V ed., Torino Giappichelli, 2014 (solo le pagine 201-337).

Letture meramente facoltative e integrative dei testi sopra indicati, per gli studenti più volenterosi (frequentanti e non frequentanti):
- A. SPADARO, Dai diritti “individuali” ai doveri “globali”. La giustizia distributiva internazionale nell’età della globalizzazione, Soveria Mannelli (CZ) Rubbettino, 2005.
- A. SPADARO, Libertà di coscienza e laicità nello Stato costituzionale (le radici “religiose” dello Stato “laico”), Torino Giappichelli, 2008.
- AA.VV., Riflessioni sulle sentenze 348-349/2007 della Corte costituzionale, a cura di C. Salazar e A. Spadaro, Milano Giuffré, 2009.
- AA.VV., Istituzioni e proposte di riforma (Un “progetto” per la Calabria), 2 voll., a cura di A. Spadaro, Napoli Jovene, 2010.
- AA.VV., Lineamenti di Diritto costituzionale della Regione Calabria, a cura di C. Salazar e A. Spadaro, Torino Giappichelli 2013.
Erogazione tradizionale Si
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta Si
Valutazione prova orale Si
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni


Elenco dei ricevimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti del docente: Antonino Spadaro
Il Prof. A. Spadaro ricevera' come sempre gli studenti ogni Lunedi' fino - prima della pausa estiva - a Lunedi' 10 luglio, ore 11-13, aula 10, plesso D, a Feo di Vito. I ricevimenti studenti riprenderanno ogni Lunedi', dal 4 settembre, ore 9-11, nella stanza n. 35, a Palazzo Zani. Infine a ottobre, all'inizio delle lezioni, il ricevimento si spostera' a Feo di Vito, ogni Lunedi aula 10, ore 11-13.

N.B.: Nell'assoluta impossibilita' di un colloquio diretto, per contattare il docente e' possibile anche utilizzare l'indirizzo di posta elettronica (E-mail: spadaro@unirc.it). N.B.: cfr. pure, nel sito, i ricevimenti dei collaboratori della cattedra: Dott.ri Alessio Rauti, Claudio Panzera, Simona Polimeni, Scrufari-Lagana'.
Ricevimenti del docente: Alessio Rauti
I ricevimenti del Prof. Rauti riprenderanno mercoledì 27 Settembre e si svolgeranno ogni mercoledì dalle 14.30 alle 16.30 (Feo di Vito, Aula docenti).
  • Si avvisano gli studenti che il ricevimento del Prof. Rauti di mercoledì 25 Ottobre si svolgerà dalle h. 14.00 alle h. 15.30 (sempre a Feo di Vito, Aula docenti). Scadenza: 2017-10-28
Ricevimenti del docente: Claudio Panzera
Il ricevimento studenti per l'a.a. 2017-2018 si svolge di regola a Palazzo Zani (stanza 31), con l'eccezione del periodo delle lezioni - da ottobre a dicembre - nel quale si terra' invece a Feo di Vito.

SETTEMBRE: 6 - 11 (h. 16.30-18.30).

OTTOBRE: 2 (h. 16.00-18.00) - 4 (h. 9.00-11.00) - 9 (h. 16.00-18.00) - 23 (h. 16.00-18.00)

NOVEMBRE: 6 (h. 16.00-18.00) - 8 (h. 9.00-11-00) - 20 (h. 16.00-18.00) - 22 (h. 9.00-11-00)

DICEMBRE: 4 (h. 16.00-18.00) - 5 (h. 9.00-11-00)



I tesisti si ricevono negli stessi giorni, previo appuntamento concordato via mail.
Ricevimenti del docente: Simona Polimeni
I ricevimenti della dott.ssa Polimeni si terranno ogni mercoledi', dalle ore 16.00 alle ore 18.00, presso Palazzo Zani (stanza n. 31).
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata

Canale: M-Z

Docente CARMELA SALAZAR
Collaboratori ALESSIA BATTAGLIA, ALESSIO RAUTI, SIMONA POLIMENI
Obiettivi B) INFORMAZIONI SPECIFICHE:
• Descrizione sintetica dell’insegnamento:
Lo studio del Diritto Costituzionale comprende i fondamenti delle diverse branche del diritto positivo statale e la legittimazione dello stesso ordine giuridico di una società. L’insegnamento mira ad una buona cono-scenza dell’ordinamento costituzionale italiano (diritti e libertà, loro garanzie, equilibrio fra i poteri, fonti del diritto, organizzazione territoriale del potere) nel quadro dell’ordinamento dell’Unione Europea. Il corso è svolto - nei due semestri - attraverso lezioni, seminari, esercitazioni, conferenze e tavole rotonde con docen-ti esterni, anche in forma interdisciplinare. Talvolta si svolge pure un “processo costituzionale simulato”.

• Prerequisiti:
Per una fruttuosa frequenza del corso occorrono buone conoscenze storiche-geografiche e discrete conoscenze di cultura generale. Tra le altre discipline, ovviamente il Diritto costituzionale è propedeutico almeno al Di-ritto pubblico comparato e a tutte le materie complementari costituzionalistiche (Dottrina dello Stato, Giu-stizia costituzionale, Diritto regionale).

• Risultati di apprendimento attesi:
Dettagliata conoscenza della Costituzione della Repubblica, delle principali fonti del diritto pubblico e dell'organizzazione complessiva dello Stato costituzionale italiano, con particolare attenzione agli organi di garanzia, alle articolazioni territoriali e ai diritti fondamentali
Programma Società, diritto, Stato; le fonti del diritto; diritto nazionale, diritto internazionale e diritto comunitario; la Costituzione italiana e la “Costituzione europea”; il soggetto di diritto le situazioni giuridiche soggettive; lo Stato; il potere legislativo; il potere legislativo del popolo; il potere esecutivo; il potere giudiziario; il Presidente della Repubblica; la Corte costituzionale; le libertà; le autonomie delle formazioni sociali; le autonomie degli enti territoriali.
Testi docente Per gli studenti frequentanti:
a)Parte generale:
Lezioni del docente, seminari e conferenze del corso
T. Martines, Diritto costituzionale, editio maior a cura di G. Silvestri, Milano Giuffré, ultima edizione (N.B.: la conoscenza del manuale è comunque obbligatoria anche per chi segue le lezioni). Il testo va studiato integralmente. Tuttavia, sono facoltative le pagine 3-32 e 189- 214.
b)Parte speciale: a scelta, uno tra i seguenti testi
T. Martines-A. Ruggeri-C. Salazar, Lineamenti di diritto regionale, IX ed., Milano Giuffrè, 2012 (solo le pagine 1-103, 137-154 e 343-354).
Aa.Vv., Lineamenti di Diritto costituzionale della Regione Calabria, a cura di C. Salazar e A. Spadaro, Torino Giappichelli 2013 (solo le pagine 25-87 e 125-199).
G. Silvestri, Dal potere ai princìpi. Libertà ed eguaglianza nel costituzionalismo contemporaneo, Roma-Bari Laterza, 2009 (testo integrale).

Per gli studenti non frequentanti:
c)Parte generale:
T. Martines, Diritto costituzionale, editio maior a cura di G. Silvestri, Milano Giuffré, ultima edizione (N.B.: la conoscenza del manuale è comunque obbligatoria anche per chi segue le lezioni). Il testo va studiato integralmente. Tuttavia, sono facoltative le pagine 3-32 e 189- 214.
d)Parte speciale: a scelta, due tra i seguenti testi
T. Martines-A. Ruggeri-C. Salazar, Lineamenti di diritto regionale, IX ed., Milano Giuffrè, 2012 (solo le pagine 1-103, 137-154 e 343-354).
Aa.Vv., Lineamenti di Diritto costituzionale della Regione Calabria, a cura di C. Salazar e A. Spadaro, Torino Giappichelli, 2013 (solo le pagine 25-87 e 125-199).
G. Silvestri, Dal potere ai princìpi. Libertà ed eguaglianza nel costituzionalismo contemporaneo, Roma-Bari Laterza, 2009 (testo integrale).
P. Costanzo-L. Mezzetti-A. Ruggeri, Lineamenti di diritto costituzionale dell’Unione europea, III ed., Torino Giappichelli, 2010 (solo le pagine 1-24 e 359-449).
Letture meramente facoltative e integrative dei testi sopra indicati, per gli studenti più volenterosi (frequentanti e non frequentanti):
Aa.Vv., Riflessioni sulle sentenze 348-349/2007 della Corte costituzionale, a cura di  C. Salazar e A. Spadaro, Milano Giuffré, 2009.
oppure
Aa.Vv., Istituzioni e proposte di riforma (Un “progetto” per la Calabria), 2 voll., a cura di A. Spadaro, Napoli Jovene, 2010.
Erogazione tradizionale Si
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta Si
Valutazione prova orale Si
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere Si
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento

Elenco dei ricevimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti del docente: Alessio Rauti
I ricevimenti del Prof. Rauti riprenderanno mercoledì 27 Settembre e si svolgeranno ogni mercoledì dalle 14.30 alle 16.30 (Feo di Vito, Aula docenti).
  • Si avvisano gli studenti che il ricevimento del Prof. Rauti di mercoledì 25 Ottobre si svolgerà dalle h. 14.00 alle h. 15.30 (sempre a Feo di Vito, Aula docenti). Scadenza: 2017-10-28
Ricevimenti del docente: Simona Polimeni
I ricevimenti della dott.ssa Polimeni si terranno ogni mercoledi', dalle ore 16.00 alle ore 18.00, presso Palazzo Zani (stanza n. 31).
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Salita Melissari - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Google+

PRIVACY - NOTE LEGALI