Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page

STABILITA' DEI PENDII & CONSOLIDAMENTO DEI TERRENI E DELLE ROCCE

Corso Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio
Curriculum PRODUZIONE DI ENERGIA A BASSO IMPATTO AMBIENTALE
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2018/2019

Modulo: STABILITA' DEI PENDII

Corso Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio
Curriculum PRODUZIONE DI ENERGIA A BASSO IMPATTO AMBIENTALE
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2018/2019
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/07
Anno Primo anno
Unità temporale Primo semestre
Ore aula 48
Attività formativa Attività formative caratterizzanti

Canale unico

Docente DANIELA DOMINICA PORCINO
Obiettivi Il corso si propone di fornire i principali strumenti teorici ed applicativi per l'analisi e la modellazione del comportamento meccanico dei pendii naturali ed artificiali .Vengono trattati gli aspetti rilevanti riguardanti la caratterizzazione geotecnica dei terreni finalizzata alla definizione del modello geotecnico del sottosuolo, i metodi di analisi della stabilità di pendii, le più idonee tipologie di intervento di stabilizzazione; i principali strumenti di monitoraggio e controllo in sito dei pendii, che interessano le diverse fasi che vanno dallo studio, al progetto, alla realizzazione e gestione delle opere di stabilizzazione.
Programma Introduzione. Natura dei pendii: pendii naturali, fronti di scavo e rilevati. Definizioni e classificazione delle frane. Stato di attività. Cause di innesco dei movimenti franosi.
Modellazione geotecnica del pendio. Richiami sulla resistenza dei terreni e sui principali mezzi di indagine per la caratterizzazione delle formazioni coinvolte nei fenomeni franosi. Richiami sulla meccanica dei terreni parzialmente saturi.
Metodi di analisi per la stabilità dei pendii. Equilibrio limite: la posizione del problema. I metodi delle strisce. Il pendio indefinito asciutto, immerso in acqua in quiete, immerso in acqua in moto di filtrazione. Il metodi approssimati: equilibrio dei momenti (Bishop semplificato). I metodi approssimati: equilibrio delle forze (metodo di Janbu semplificato). Il metodo di Morgestern e Price. Il metodo di Spencer. Le carte di stabilità. Accuratezza e affidabilità dei metodi dell’equilibrio limite. Influenza degli effetti tridimensionali. Analisi dei pendii mediante modellazione numerica agli elementi finiti.
Verifiche di sicurezza secondo la normativa vigente (NTC18). Livelli di sicurezza e cinematismo critico. Pendii naturali. Opere di materiali sciolti e fronti di scavo.
Meccanismi di deformazione e rottura dei pendii naturali e dei fronti di scavo. Formazione e propagazione della superficie di scorrimento. La rottura progressiva; frane di primo distacco e frane riattivate. La scelta dei parametri di resistenza al taglio da introdurre nelle analisi di stabilità: condizioni di drenaggio e natura della frana.
Interventi di stabilizzazione. Tipologie di intervento per la stabilizzazione dei pendii: criteri di scelta ed analisi degli interventi.
Controlli e monitoraggio. Metodologie di monitoraggio. Strumentazione geotecnica in sito per la misura degli spostamenti in superficie e in profondità (inclinometri) e delle pressioni neutre (piezometri ).

Esercitazioni e casi reali
Esercitazioni pratiche guidate su casi ideali e reali con l’ausilio di programmi geotecnici dedicati all’analisi di stabilità dei pendii in condizioni statiche e sismiche. Interpretazione di prove di laboratorio ed in sito ai fini della modellazione geotecnica del pendio.

Testi docente Testi consigliati "Stabilità dei pendii"
• Dispense a cura del docente.
• I metodi dell'equilibrio limite. Farulla C. Airò (2001), Hevelius Editore, Benevento.
• Meccanismi di deformazione e rottura dei pendii. Picarelli L. (2000), Hevelius Editore, Benevento.
• The stability of slopes. Bromhead E.N. (1986). Surrey Univ. Press, London.
• Slope stability. Engineer Manual EM 1110-2-1902 (2003). US Army Corps of Engineers, Engineering and Design.
• Geotechnical Engineering of the Stability of Natural Slopes, and Cuts and Fills in Soil- Keynote Lecture (anno). Fell R., Hungr O., Leroueil S.and Riemer W., pp.100.
• NTC 18– Aggiornamento delle Norme Tecniche per le Costruzioni –D.M. 17 Gennaio 2018.
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento

Elenco dei rievimenti:

Descrizione Avviso
Ricevimenti di: Daniela Dominica Porcino
Iil giorno di ricevimento della Prof. D.D.Porcino è il lunedì dalle 11 alle 13.30.
Il Docente
Prof. D.D.Porcino
Ricevimenti di: Daniela Dominica Porcino
Ricevimento studenti Prof. D.PPorcino
Si comunica che la Prof. Porcino riceverà gli studenti dei corsi di: Stabilità dei pendii e Dinamica dei Terreni il giorno 3 Settembre ore 11.
Il Docente Prof. D.Porcino
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Via dell'Università, 25 (già Salita Melissari) - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Instagram

PRIVACY - NOTE LEGALI - ELENCO SITI TEMATICI