Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page

TECNICA ED ECONOMIA DEI TRASPORTI I

Corso Ingegneria Civile-Ambientale
Curriculum Civile
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2014/2015
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/05
Anno Terzo anno
Unità temporale Primo semestre
Ore aula 48
Attività formativa Attività formative caratterizzanti

Canale unico

Docente MARIA NADIA POSTORINO
Obiettivi Il corso di Tecnica ed Economia dei Trasporti ha per oggetto lo studio degli elementi, e delle loro interazioni, che costituiscono il sistema di trasporto. Esso si propone di fornire agli allievi le conoscenze di base dei sistemi di trasporto terrestre, marittimo e aereo. In particolare saranno trattate le caratteristiche funzionali dei sistemi di trasporto, incluso il trasporto collettivo, nonché i principi di base della teoria dei grafi, dei modelli di domanda di trasporto e dei flussi di traffico. Infine saranno fornite conoscenze sugli aspetti inerenti i costi di trasporto e la convenienza economica di un progetto.

Programma Trasporto stradale: Veicoli; Vie e terminali (Infrastrutture stradali, Terminali stradali); Interazioni tra veicolo e via; Diagrammi del moto; Flussi di traffico e teoria del deflusso; Livello di servizio; Concetto di capacità (2CFU).
Trasporto ferroviario: Veicoli di trasporto ferroviario; Vie e terminali di trasporto ferroviario; Interazioni tra veicolo e via nel trasporto ferroviario; Gestione dei flussi di traffico sulla rete ferroviaria; deflusso ferroviario; capacità del nodo e della linea (2CFU).
Trasporto aereo (cenni): Classificazione dei velivoli; Aerovie e Aeroporti; Interazioni tra veicolo e via nel trasporto aereo; gestione dei flussi lungo le aerovie; sistemi di controllo (1CFU).
Trasporto marittimo e idroviario (cenni): Classificazione dei mezzi di trasporto marittimo; Vie marittime e Porti; Interazioni geometriche; la navigazione e i sistemi di controllo 1(CFU).

Programma dettagliato
Definizione di sistema di trasporto –Sottosistemi di domanda e offerta di trasporto - Identificazione del sistema territoriale e del periodo temporale di riferimento – Concetto di area di studio –Le relazioni tra l’area di studio e l’ambiente esterno - Il sottosistema di offerta di trasporto – Nodi e archi – Il concetto di grafo – Grafi connessi e alberi – Concetto di percorso - Funzioni di costo d’arco – Definizione di rete di trasporto – relazione tra costi d’arco e di percorso – costi additivi e non additivi – Le zone di traffico e i centroidi.

Interazione uomo-veicolo-via – Veicoli di trasporto stradale – Classificazione di veicoli e strade – Intersezioni stradali – Manovre e correnti veicolari - Intersezioni semaforizzate e non – Tipi di intersezioni (isolate e interagenti; coordinate e attuate dal traffico) - Parcheggi – Schemi di sosta su strada e fuori strada – Stalli di sosta e capacità di un parcheggio - Terminali di trasporto collettivo: organizzazione del marciapiede - Aderenza, attrito e relativi coefficienti –Ruota motrice, trainata e frenata – forza di aderenza e variazione del coefficiente di aderenza – le resistenze al moto – resistenze ordinarie ed accidentali - Resistenza al rotolamento e resistenza dell’aria – formule sperimentali per il calcolo delle resistenze ordinarie – resistenze in curva e dovute alla pendenza – spazio di frenatura e diagrammi del moto.
Il deflusso stradale – le ipotesi iniziali: approccio macroscopico, condizioni stazionarie – separazione spaziale e temporale – il tasso di flusso e la densità - Dominio spazio-tempo e analisi delle caratteristiche del deflusso - la velocità media spaziale e temporale – determinazione delle variabili del deflusso per strade a più corsie - La relazione flusso-densità e velocità-portata – capacità e densità limite – condizioni di flusso libero, perturbato e condizionato - Modelli di Greenshields e Greenberg - Concetto di livello di servizio – I livelli di servizio e le prestazioni dell’infrastruttura.

Veicoli di trasporto ferroviario – caratteristiche principali – carrello, sala montata, rodiggio –scartamento di bordino e di binario – criteri di classificazione dei veicoli ferroviari - Sovrastruttura ferroviaria – funzione dell’armamento – rotaie, traverse ed attacchi – profilo della rotaia – traverse in c.a.p. - attacchi diretti ed indiretti - Deviatoi e loro funzione – l’uso dei deviatoi nelle stazioni e lungo la linea – sagoma limite – schemi funzionali delle stazioni – linee ad alta velocità – criteri per individuare linee ad alta velocità (infrastruttura, materiale rotabile, condizioni operative) - Formule sintetiche per le resistenze ordinarie di un treno – treni ordinari e ad alta velocità – resistenze accidentali – spazio di frenatura – peso frenato
Circolazione ferroviaria – gli impianti di segnalamento – sistemi di distanziamento e sicurezza della circolazione - distanza minima di sicurezza tra treni lungo la linea – distanziamento variabile e fisso – potenzialità e capacità – sezioni di blocco - Circolazione con distanziamento fisso e lunghezza minima delle sezioni di blocco – segnalamento a due e tre aspetti - Blocco elettrico – circuiti di binario – sezioni non concatenate e concatenate – velocità massima di esercizio – blocco automatico a correnti codificate – ripetizione del segnale in macchina - Caratteristiche della linea ferroviaria italiana – linee in condizioni di circolazione omotatica ed eterotatica – interoperabilità tra sistemi ferroviari – segnalamento Europeo ERTMS/ETCS - Circolazione ferroviaria in stazione – movimenti di stazione e di manovra – itinerari di arrivo, partenza e transito – criteri di sicurezza per l’utilizzo degli itinerari - Funzioni egli enti di stazione – esempio dell’arrivo di un rotabile in stazione con predisposizione degli itinerari – potenzialità del binario e della stazione.

Sistemi di trasporto collettivo – classificazione dei veicoli – prestazioni dei sistemi di trasporto collettivo – capacità di una linea – diagrammi del moto - Tempo di giro, frequenza e veicoli in circolazione – sistemi a navetta semplice e multipla – circolare monodirezionale e bidirezionale – esempi di veicoli di trasporto collettivo.

Sistema di trasporto aereo – classificazione degli aeromobili – elementi di un aeromobile: fusoliera, ali, impennaggi, apparati motore, avionica - Le aerovie e le rotte – nodi aeroportuali: classificazioni e caratteristiche principali – gli enti di coordinamento del trasporto aereo - Landiside ed airside – apron, taxiways e runways – capacità del nodo aeroportuale – planimetria aeroportuale –forze agenti sul velivolo – cenni alla portanza – equilibrio al moto nelle varie fasi - Capacità della pista di volo – relazione tra aeromobile critico e lunghezza di pista di volo – La suddivisione dello spazio aereo e il sistema di controllo della navigazione aerea - Il sistema ATC – le regioni di informazione di volo (FIR) – spazio aereo superiore e inferiore – regioni e zone di controllo - gli enti preposti al controllo della navigazione aerea - separazioni longitudinali, verticali e laterali – servizi aerei: sistema point-to-point e sistema hub-and-spoke,

Sistema di trasporto marittimo – lunghezza delle rotte e tipologia di servizio – caratteristiche della nave: stazza e portata - Dimensioni principali di una nave – navi Panamax e post-Panamax – il canale di Panama e i vincoli della navigazione - classificazione dei natanti per tipologia di carico - Rotte marittime e mappe di rotta – i porti: generalità – caratteristiche principali e struttura funzionale – relazione tra caratteristiche dei porti e delle navi - Mezzi di banchina – dimensioni del bacino portuale e manovre della nave – cenni alle forze agenti sul natante: galleggiamento e resistenze al moto – regole di circolazione dei natanti – VTS,

Esercitazioni
L’algoritmo di Dijkstra per l’individuazione dei percorsi di costo minimo in una rete di trasporto - Calcolo delle resistenza al moto per veicoli stradali e ferroviari - Calcolo dello spazio di frenatura con la formula di Pedelucq per un convoglio ferroviario – calcolo dello spazio di frenatura per un veicolo stradale - Calcolo dei parametri del deflusso per un tronco stradale, ad una o più corsie, in condizioni di deflusso stazionario – Utilizzo di modelli per il calcolo dei parametri critici del deflusso per un tronco stradale - Calcolo della potenzialità di una sezione di linea con blocco elettrico automatico a circuito di binario - Sistemi di trasporto collettivo: diagrammi del moto, calcolo dello spazio di arresto e dei tempi di giro.

Testi docente Appunti delle lezioni
Cantarella G.E. ( a cura di) (2008) “Introduzione alla tecnica dei trasporti, II edizione, UTET.
Postorino M. N. (2009), “Introduzione alla pianificazione del sistema di trasporto aereo”, FrancoAngeli
Di Gangi M., Postorino M.N. (2005) "Modelli e procedure per l'analisi dei sistemi di trasporto: Esercizi ed applicazioni", FrancoAngeli
Vitetta A.(2003)“Il deflusso nei sistemi di trasporto: Esercizi ed applicazioni", FrancoAngeli
Erogazione tradizionale
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta
Valutazione prova orale No
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Descrizione Descrizione
programma dettagliato (programma) Descrizione
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Via dell'Università, 25 (già Salita Melissari) - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Instagram

PRIVACY - NOTE LEGALI - ELENCO SITI TEMATICI