Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page

PROTEZIONE DAGLI INCENDI BOSCHIVI

Corso SCIENZE FORESTALI E AMBIENTALI
Curriculum Curriculum unico
Orientamento UNICO
Anno Accademico 2015/2016
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare AGR/05
Anno Secondo anno
Unità temporale Primo semestre
Ore aula 60
Attività formativa Attività formative caratterizzanti

Canale Unico

Docente FABIO LOMBARDI
Obiettivi Obiettivo del corso di Protezione dagli incendi boschivi è quello di fornire elementi che consentano agli studenti di acquisire un quadro di conoscenze sull'organica programmazione dell'intervento dell'uomo sul territorio-ecosistema, quando esso è interessato da incendi. Partendo dalle conoscenze acquisite nell'insegnamento di ecologia forestale, vengono analizzati i principi e le procedure operative per affrontare la pianificazione territoriale e viene dettagliatamente sviluppata la pianificazione per la difesa dei boschi dagli incendi boschivi
Programma Fuoco come fattore ecologico negli ecosistemi forestali:
Incendi forestali e processi ecosistemici, effetti sul suolo, proprietà fisiche e chimiche, effetti sulla vegetazione, riproduzione vegetativa e germinazione, effetti sulla fauna.

Andamenti e cause degli incendi boschivi:
Variabilità degli incendi boschivi, incendi boschivi in Europa, incendi boschivi in Italia. Cause dirette e indirette, cause naturali, cause colpose, cause dolose. Analisi delle cause e delle motivazioni.

Pericolosità, gravità e rischio:
Caratterizzazione pirologica degli incendi boschivi, fasi caratteristiche dell’incendio, parti dell’incendio
grandezze caratteristiche del fronte di fiamma, fattori influenti il comportamento del fuoco.
Previsione del comportamento dell’incendio, probabilità di incendio, potenziale pirologico.
Analisi della pericolosità, analisi della gravità.
Zonizzazione del territorio italiano in funzione di gravità e pericolosità.
Zonizzazione del territorio italiano in funzione del rischio di incendio.
Clima, uso del suolo e condizioni topografiche.
Aree predisposte agli incendi boschivi.
Pianificazione e prevenzione.

Scenari di pianificazione antincendio:
Legge 353/2000
Piano Antincendi Boschivi: requisiti del piano antincendi boschivi; parti fondamentali del piano antincendi boschivi, documentazione di base, zonizzazione e impatto, definizione del territorio da comprendere nel piano e zonizzazione, zonizzazione degli obiettivi e degli interventi, elementi di criticità nell’interfaccia foresta-aree edificate ed in riferimento alle aree protette, valore economico del rischio d’incendio.

Prevenzione:
Previsione del pericolo di incendio, avvistamento, squadre e mezzi; condizioni di sicurezza operativa, sistemi di avvistamento e collocazione dei punti di avvistamento, opere e infrastrutture, viabilità di servizio e viali tagliafuoco
Interventi selvicolturali: basi concettuali, modalità operative, monitoraggio, ricostituzione naturale e interventi di recupero.

Monitoraggio:
Aree campione permanenti, contributo del telerilevamento, perimetrazione e monitoraggio mediante telerilevamento satellitare

Ricostituzione naturale e serie di vegetazione:
Effetti dell’incendio, stagionalità, frequenza, intensità, superficie incendiata, caratteristiche stazionali ed incendio, tipi di vegetazione e ricostituzione post-incendio, successioni secondarie, dinamica post-incendio delle comunità vegetali, dinamismo e serie di vegetazione, gestione e successioni di vegetazione, cartografia dinamica del paesaggio vegetale, rimboschimenti e incendi, successione naturale ed eterogeneità vegetazionali, esempi dalla regione biogeografica alpina, esempi dalla regione biogeografica temperata e mediterranea dell’Italia centrale, esempi dalla regione biogeografica mediterranea. Vegetazione mediterranea: Sicilia, Sardegna, Calabria.

Interventi di recupero:
Operazioni di bonifica, bonifica con recupero del materiale legnoso, bonifica senza recupero del materiale legnoso, interventi posticipati, riqualificazione del substrato pedologico, misure selvicolturali, sostegno alla rinnovazione, ripristino della densità del soprassuolo, interventi di sfollamento.
Testi docente Bovio G., Corona P. & Leone V., 2014. Gestione selvicolturale dei combustibili forestali per la prevenzione degli incendi boschivi. Compagna delle foreste, Arezzo. ISBN: 978-88-905577-9-8

Bovio G. (1996). Come proteggerci dagli incendi boschivi. Regione Piemonte, Collana Protezione Civile e Ambiente.

Incendi e complessità eco sistemica: dalla pianificazione forestale al recupero ambientale. Materiale fornito dal docente.
Erogazione tradizionale Si
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale Si
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Descrizione Allegato
Incendie Complessità Ecosistemica (dispensa) Icona dell'estensione dell'allegato
Nessun avviso pubblicato
Salita Melissari - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Google+

PRIVACY - NOTE LEGALI