Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page

LABORATORIO DI CONSOLIDAMENTO

Corso Architettura - Restauro
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2016/2017

Modulo: CONSOLIDAMENTO DEGLI EDIFICI STORICI

Corso Architettura - Restauro
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2016/2017
Crediti 8
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/19
Anno Primo anno
Unità temporale
Ore aula 80
Attività formativa Attività formative affini ed integrative

Canale Unico

Docente FABIO TODESCO
Obiettivi Nell’ambito degli attuali principi sulla conservazione degli edifici storici, il Laboratorio ha la finalità di fornire metodologie di analisi e strumenti operativi per progettare il consolidamento degli edifici storici, con particolare riferimento alle componenti materiche e strutturali e con specifica attenzione alle modalità di progettazione in area sismica. In particolare, il laboratorio si propone di fornire agli studenti i criteri per una corretta interpretazione del comportamento statico degli edifici, delle principali cause di dissesto e degrado delle strutture nonché delle metodologie progettuali per gli interventi di consolidamento. La definizione e progettazione degli interventi di consolidamento è pertanto intesa all’interno di un percorso conoscitivo e operativo   che parte da un approfondito studio della fabbrica (analisi dei materiali e componenti edilizie), per arrivare a riconoscere i fenomeni di dissesto e di degrado, individuarne le cause e valutare l’efficacia degli interventi di consolidamento, anche in relazione alla loro compatibilità (formale, meccanica e chimico–fisica) con l’esistente.
Programma N.D.
Testi docente N.D.
Erogazione tradizionale No
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale No
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata

Modulo: CONSERVAZIONE DEL LEGNO

Corso Architettura - Restauro
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2016/2017
Crediti 4.00
Settore Scientifico Disciplinare AGR/11
Anno Primo anno
Unità temporale
Ore aula 40
Attività formativa Attività formative affini ed integrative

Canale Unico

Docente CARMELO PETER BONSIGNORE
Obiettivi Il restauro è una disciplina complessa che lega insieme gli aspetti teorici fondativi con questioni altamente tecniche. Il corso di conservazione del legno ha l’obiettivo di fornire le conoscenze di base circa i danni causati nei manufatti lignei dagli insetti infestanti, le modalità di prevenzione nel rispetto dell’ambiente ma, allo stesso tempo, l’importanza di tali insetti per l’ambiente e il loro ruolo biologico nelle attività umane che comportano l’impiego del legno.
Programma
Programma del corso di Conservazione del legno (4 CFU)
- Informazioni generali sulla classe di insetti; origini e affinità con altri artropodi; ruolo nell’economia e distribuzione; classificazione;
- Morfologia, anatomia e sviluppo post-embrionale, adulti;
- Ciclo biologico degli insetti; diffusione delle specie; ecologia degli insetti; insetti e condizioni ambientali per la conservazione dei manufatti lignei;
- Sistematica degli insetti di manufatti e legno. Le specie di insetti xilofagi nocivi e la loro ecologia;
- strumenti e metodi per gli attacchi infestanti; controllo biologico e strategie integrate per il controllo;
- Altri animali dannosi ai materiali e manufatti;
- Micro-organismi e funghi (degrado del legno);
- Esperienze di laboratorio col supporto del Laboratorio LEEA
Testi docente Le informazioni bibliografiche e i materiali di studio saranno forniti dalla docenza nel corso della esercitazioni e saranno disponibili sulla pagina web dedicata all’insegnamento.
Erogazione tradizionale Si
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta Si
Valutazione prova orale Si
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata

Modulo: SCIENZA DEI MATERIALI PER IL RESTAURO

Corso Architettura - Restauro
Curriculum Curriculum unico
Orientamento Orientamento unico
Anno Accademico 2016/2017
Crediti 6.00
Settore Scientifico Disciplinare ING-IND/22
Anno Primo anno
Unità temporale
Ore aula 60
Attività formativa Attività formative affini ed integrative

Canale Unico

Docente LETTERIO MAVILIA
Obiettivi L’insegnamento di Scienza dei Materiali per il Restauro tratta delle relazioni che intercorrono tra struttura, composizione, tecnologia e proprietà dei materiali oltreché della previsione della loro durabilità in opera. L’acquisizione di tali conoscenze è strumento necessario per una scelta consapevole dei materiali da selezionare e destinare alle operazioni di restauro del costruito storico e di recupero di quello moderno in calcestruzzo.
Programma Componente: SCIENZA DEI MATERIALI PER IL RESTAURO
Struttura dell’atomo, legami primari e legami secondari, molecole, composti e relativo comportamento e proprietà. Struttura ed organizzazione dei solidi. Classificazione e proprietà dei materiali. Materiali da costruzione antichi: argilla cruda, pietre, gesso, calce aerea, calce idraulica e relative malte, laterizi, legno, vetro, ferro, rame e leghe. Materiali ceramici tradizionali ed avanzati. Leganti idraulici. Malte cementizie, calcestruzzo. Materiali metallici ferrosi:ghise ed acciai. Materiali metallici non ferrosi. Polimeri, resine e materia plastiche. Materiali compositi. Fattori ambientali del degrado, il degrado della pietra, del laterizio, degli intonaci. Degrado delle malte cementizie e del calcestruzzo. Degrado dei materiali metallici. Degrado del legno e delle materie plastiche. Umidità da infiltrazione, da condensazione e da risalita. Pulitura delle superfici: metodi, tecnologie e controllo. Consolidamento, ricostruzione e protezione: materiali e tecnologie. Restauro del calcestruzzo: principi, materiali e tecnologie.
Testi docente Bertolini L., Gastaldi M., Pedeferri P. “Introduzione ai materiali per l’architettura - Terza edizione, Città Studi Edizioni –De Agostini Scuola Spa Novara, 2006.
Bertolini L., Pedeferri P. “Tecnologia dei Materiali, leganti e calcestruzzi”, Città Studi Edizioni -UTET, Torino, 2000.
Bertolini L., Bolzoni F., Cabrini M., Pedeferri P. “Tecnologia dei Materiali, ceramici, polimeri e compositi”, Città Studi Edizioni -UTET, Torino, 2001.
Bertolini L., Borroni A., Brunella M. F., Pedeferri P. “Tecnologia dei Materiali, introduzione ai materiali metallici”, Città Studi Edizioni -UTET, Torino, 2000.
Coppola L., Buoso , A. “Il Restauro dell’architettura moderna in cemento armato” Ulrico Hoepli Editore S.p.A. Milano, 2015.
Sitografia di riferimento: a scelta e cura dello studente previo accertamento dell’attendibilità della fonte.
Erogazione tradizionale Si
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale No
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Salita Melissari - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Google+

PRIVACY - NOTE LEGALI