Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login  Docente | Studente | Personale | Italiano  English
 
Home page

OPERE IDRAULICHE DI DIFESA E PROTEZIONE COSTIERA

Corso Ingegneria per l'Ambiente e il Territorio
Curriculum NUOVE TECNOLOGIE PER LA TUTELA DEL TERRITORIO E DELL’AMBIENTE
Orientamento PS.LM35.IND012.2013-2014
Anno Accademico 2014/2015
Crediti 6
Settore Scientifico Disciplinare ICAR/02
Anno Secondo anno
Unità temporale Secondo semestre
Ore aula 48
Attività formativa Attività formative caratterizzanti

Canale Unico

Docente GIUSEPPE BARBARO
Obiettivi Conoscenza degli strumenti analitici e metodologici per lo studio delle problematiche di difesa delle coste dall’azione del moto ondoso. Capacità di progettare interventi di difesa costiera e porti turistici e valutarne gli effetti sulla costa. Conoscenza specifica dei fenomeni costieri quali la risalita dell’acqua sulla spiaggia (run-up) e dell’innalzamento medio dell’acqua (set up). Capacità di effettuare previsioni in tempi lunghi direzionali nei processi evolutivi costieri. Conoscenza dei modelli utilizzati in letteratura per prevedere l’evoluzione naturale delle baie.
Programma Azioni delle onde sui litorali (2 crediti)
Il problema del volume di controllo compreso tra la linea di frangimento e la spiaggia. Parte I – L’equilibrio alla traslazione secondo la direzione perpendicolare alla costa: run-up e quota di sicurezza per la realizzazione di strutture in prossimità della battigia;
Parte II – L’equilibrio alla traslazione lungo-costa: trasporto litoraneo ed equazione di conservazione del materiale solido;
Parte III – L’equilibrio alla traslazione lungo la verticale: set-up

Progettazione di un porto turistico (2 credito)
Studio meteomarino propedeutico.
Tipologie di porti.
Tipologie di opere di difesa esterna.
Tipologie di opere interne.
Dimensionamento elementi caratteristici (ricettività, imboccatura, canali navigabili, scalo di alaggio)

Interventi di difesa costiera ed evoluzione dei litorali (2 crediti)
L’approccio analitico al problema della deformazione dei litorali:
Prima soluzione esatta – il caso delle batimetriche isomorfe fino a profondità infinita;
Seconda soluzione esatta – il caso delle batimetriche isomorfe fino ad un’assegnata profondità.
Deformazioni dei litorali a seguito di realizzazione di pennelli e barriere.
Intervento di ripascimento: fattibilità, previsione della sua evoluzione nel tempo e stima dei costi.
I modelli utilizzati per l’equilibrio naturale delle baie:
Il modello di Hsu e Silvester;
Il modello di Badei;
Il modello di McCormick;
Il modello di Hsu, Jan & Wen;
Il modello di Gonzalez e Medina.
Testi docente BOCCOTTI P., Idraulica Marittima, UTET, 1997.
TOMASICCHIO U., Manuale di Ingegneria portuale e costiera, BIOS
MILANO V., Idraulica marittima, Maggioli
BARBARO G., Esercizi di Idraulica Marittima e Costiera e Costruzioni Marittime, BIOS,
1996.
ARENA E BARBARO, Il rischio ondoso nei mari italiani, BIOS
Erogazione tradizionale Si
Erogazione a distanza No
Frequenza obbligatoria No
Valutazione prova scritta No
Valutazione prova orale Si
Valutazione test attitudinale No
Valutazione progetto No
Valutazione tirocinio No
Valutazione in itinere No
Prova pratica No

Ulteriori informazioni

Nessun materiale didattico inserito per questo insegnamento
Nessun avviso pubblicato
Nessuna lezione pubblicata
Salita Melissari - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Google+

PRIVACY - NOTE LEGALI - ELENCO SITI TEMATICI