Questo sito utilizza cookie tecnici e di terze parti. Se vuoi saperne di più o negare il consenso consulta l'informativa sulla privacy. Proseguendo la navigazione o cliccando su "Chiudi" acconsenti all'uso dei cookie. Chiudi
vai al contenuto vai al menu principale vai alla sezione Accessibilità vai alla mappa del sito
Login | Italiano  English
 
Home page

CLUDs – Community Local Urban Development Urban Regeneration/Public Private Partnership

Laboratorio per l'alta formazione e la ricerca nell'ambito dello sviluppo urbano sostenibile


Dipartimento: Dipartimento di Patrimonio, Architettura e Urbanistica
Ubicazione e recapiti:

PAU
Salita Melissari, Loc. Feo di Vito
89124 Reggio Calabria

Superficie (mq): 60
Locali: 1
Direttore: Carmelina Bevilacqua
Mail: Mail
Sito web: http://www.cluds-7fp.unirc.it
Ricercatori: Carmelina Bevilacqua (ICAR/21)
Dottori di ricerca: Francesco Cappellano; Alfonso Spisto;
Dottorandi: Giada Anversa; Virginia Borrello; Giuseppe Umberto Cantaffio; Iago Lestegas Tizon; Luana Parisi; Laura Biancuzzo; Gianmarco Cantafio; Cesare Cascella; Claudio Cesare Colombo; Israa Hanafi; Giuseppe Pronestì; Antonio Errigo; Gugliemo Minervino; Arnualt Morisson; Yapeng Ou, Liliana Starace
Assegnisti: Carla Maione; Pasquale Pizzimenti
Contrattisti: Laura Battaglia
Altro personale: Giacomo Sanzo

Linee di ricerca

Responsabile Parole chiave Tematiche ERC
Carmelina Bevilacqua Economia urbana, Rigenerazione urbana, Sostenibilità, Smart Specialization Strategies, Nuovi Strumenti Finanziari; Gestione razionale delle risorse, Servizi di supporto a soggetti pubblici e privati SH1_5 - Competitiveness, innovation, research and development
SH3_8 - Urbanization and urban planning, cities

Finalità

Il Laboratorio CLUDs (Community Local Urban Development) è finalizzato al Trasferimento dell’Innovazione per sostenere l’uso della finanza innovativa (inclusi gli Strumenti Finanziari della nuova programmazione 2014-2020), alla costituzione di partenariati pubblico-privati attivabili in operazione di rigenerazione urbana/rurale, e nella produzione/uso di innovazione per il tessuto imprenditoriale nella logica delle Smart Specialisations Strategies.

Il Laboratorio ha un duplice obiettivo: rafforzare l’attività di Ricerca nell’ottica dell’internazionalizzazione e mettere a disposizione l’innovazione prodotta nel sistema regionale e/o nazionale nell’ottica delle Smart Specialisation Strategies, contribuendo alla realizzazione del c.d “Innovation Ecosystem” per la promozione e valorizzazione della filiera della Rigenerazione Urbana e Territoriale.

La mission del Laboratorio è quella di realizzare, attraverso la combinazione dei Fondi Strutturali Europei della Programmazione Regionale e i Progetti di Ricerca attivi, un collegamento permanente tra Politiche di Sviluppo e Politiche per la Ricerca. La mission è strutturata in 3 linee di azione strategiche:

  • Networking. L’obiettivo è quello di ampliare la piattaforma del Laboratorio a stakeholder locali sia pubblici che privati con la stipula di specifici cooperative agreement, anche attraverso scambi di buone pratiche con i partner internazionali appartenenti al network di Ricerca. L’attività di networking prevede l’organizzazione di workshop tematici, focus group, seminari e anche eventi internazionali per ciascuna attività ammessa al Finanziamento, in modo da creare una rivitalizzazione del contesto non solo attraverso progetti di trasformazione fisica ma anche attraverso lo scambio con partner stranieri di idee e di buone pratiche per aprire i territori a scambi internazionali.
  • Progetti Pilota. L’obiettivo è quello di proporre la sperimentazione di Progetti pilota sul territorio calabrese finalizzati a rendere operativa l’integrazione tra Ricerca e contesti urbani, attraverso la produzione e distribuzione di servizi alle imprese, ai consumatori e alla popolazione. Tale attività, nel perseguire l’integrazione tra smart cities e smart specialisation all’interno della filiera della Rigenerazione Urbana, è articolata in aree funzionali che attraverso un insieme di strumenti intelligenti consentano: Il bilanciamento ottimale tra domanda e offerta di beni e servizi locali al fine di garantire una massa critica costante, tale da poter essere immessa in modo più competitivo nel mercato regionale; La gestione “intelligente” della filiera della rigenerazione urbana calabrese attraverso una mappatura dinamica delle aree a maggiore potenzialità di sviluppo conto delle condizioni di contesto.
  • Capitalizzazione. L’obiettivo è quello di promuovere la progettazione di Accordi Quadro, attraverso la redazione di Piani di azioni locale orientati ai risultati, in linea con la progettazione e realizzazione delle Strategie previste, per le Aree Interne e l’Agenda Urbana, dalla Programmazione Regionale 2014-2020.

Attività

Ricerca – Alta Formazione

  • Dottorato Internazionale di Ricerca in Urban Regeneration and Economic Development (URED). Il Corso di Dottorato è stato attivato nel 2012 (I ciclo) come output delle attività di Ricerca condotte nell’ambito del Progetto CLUDs (Commercial Loca Urban District – 7FP Marie Curie IRSES Action 2010). Attualmente il Corso di Dottorato è al suo V Ciclo per l’anno accademico 2016-17. Il Dottorato URED combina “alta formazione e ricerca scientifica” secondo un approccio multidisciplinare, intersettoriale e internazionale. Il Dottorato URED è finanziato dal POR Calabria FSE 2007-2013 (Asse V – Obiettivo Operativo N.), grazie al Progetto PrInteR (Progetto per il Potenziamento della Rete Internazionale sulla tematica della rigenerazione urbana). L’obiettivo principale è quello di cogliere negli indirizzi programmatici di Europa 2020 e di Horizon 2020 le strategie di sviluppo e di ricerca nei contesti oggetto della ricerca CLUDs/MAPS-LED, con pacchetti di interventi e azioni fortemente localizzati e non generalisti.
  • H2020-MSCA-COFUND-2016. IDP-URED Proposal. L’Azione Marie Curie COFUND consente il cofinanziamento di Programmi di Dottorato che rispettano i criteri dei Dottorati Innovativi definiti dalla Commissione Europea. La proposta IDP-URED ha l’obiettivo di incrementare l’esposizione internazionale del programma di Dottorato rafforzando la già esistente combinazione delle attività di ricerca e alta formazione, supportando i periodi all’estero presso i partner internazionali del network al fine di assicurare ai dottorandi visibilità rispetto al settore non accademico.

Ricerca – Programma Quadro della Ricerca/Cooperazione interregionale

Le attività di Ricerca del Laboratorio sono articolate in aree tematiche:

  • Rigenerazione Urbana e Partenariati Pubblico-Privati. Il Progetto di Ricerca CLUDs (Commercial Local Urban Districts) è stato finanziato delle Azioni Marie Curie IRSES-2010 nell’ambito del 7° Programma Quadro Europeo della Ricerca. Il Progetto ha consentito la costituzione di un solido network di Ricerca Internazionale composto da 4 atenei Europei e 2 statunitensi che ha favorito lo scambio di ricercatori, giovani ed esperti, tra Europa e Stati Uniti. Il progetto CLUDs (Commercial Local Urban Districts) ha consentito di mettere a fuoco, attraverso l’analisi di casi studio, gli elementi di successo legati alle strategie di rigenerazione urbana implementate negli Stati Uniti (Boston e San Diego), dove le nuove forme di Partenariato Pubblico-Privato giocano un ruolo decisivo. L’Università Mediterranea di Reggio Calabria è stata capofila del Progetto, coordinato dalla Prof.ssa Carmelina Bevilacqua. Il Progetto CLUDs, oltre ai numerosi eventi internazionali organizzati e alle pubblicazioni nazionali e internazionali prodotte, ha dato origine al al Laboratorio CLUDs nel 2011 e al Corso di Dottorato Internazionale in Urban Regeneration and Economic Development nel 2012, favorendo l’integrazione tra Fondi Strutturali Europei e Fondi Europei per la Ricerca. Il Progetto CLUDs è stato selezionato dal CORDIS per la pubblicazione nei “Results in Brief” per supportare la disseminazione dei risultati delle Ricerche Europee (http://cordis.europa.eu/project/rcn/99152_en.html).
  • Sicurezza Urbana. Il Progetto di Ricerca BESECURE (Best practice Enhancers SECurity in Urban REgions) è finanziato nell’ambito del 7° Programma Quadro Europeo della Ricerca (7FP-Security). Il progetto (2012-2015) ha l’obiettivo di fornire una migliore comprensione dei fenomeni legati alla sicurezza urbana, attraverso l’analisi di diverse aree urbane europee al fine di sviluppare una base comune di conoscenze e di buone pratiche e l’identificazione di indicatori chiave per il supporto al processo decisionale in materia di sicurezza urbana. L’attività di Ricerca, condotta dall’Unita di Reggio Calabria, coordinata dalla Prof.ssa Bevilacqua, ha riguardato l’analisi del caso studio di Arghillà, una delle otto aree urbane europee selezionate per l’attività di analisi dal Progetto BESECURE. I risultati finali sono stati disseminati attraverso pubblicazioni e conferenze nazionali e internazionali.
  • Smart Specialization Strategies. Il Progetto di Ricerca MAPS-LED (Multidisciplinary Approach to Plan Smart Specialisation Strategies for Local Economic Development) è finanziato nell’ambito del Programma Horizon 2020 - Marie Sk?odowska-Curie RISE 2014. MAPS-LED è un progetto di ricerca finalizzato ad esaminare come le strategie di specializzazione intelligente (S3) possono essere attuate, secondo la nuova agenda dell'Europa 2020, attraverso l’approccio place-based che incorpora la pianificazione urbanistica e territoriale nella territorializzazione degli investimenti pubblici e privati. L'obiettivo principale è quello di identificare l'attuazione delle S3 in termini di fattori spaziali, sociali e ambientali. Il progetto intende individuare le esigenze e le opportunità espresse dai contesti locali in in modo da guidare gli interventi di politica regionale seguendo la logica delle Smart Specialisation Strategies. L’Università Mediterranea di Reggio Calabria è capofila (unico Progetto H2020 in Calabria guidato da un ateneo calabrese) del Progetto, coordinato dalla Prof. Carmelina Bevilacqua.
  • Cooperazione Territoriale. Il Progetto CAPACITY (Capacity building for Smart Specialisation Strategies in the MED space), è un progetto finanziato nell’ambito dell’iniziativa Europea INTERREG-MED (Cooperazione Territoriale Europea). Il suo scopo è quello di costruire, sulla base della crescente conoscenza teorica e pratica delle Smart Specialisation Strategies, un network di iniziative coordinate al fine di evidenziare le opportunità e i problemi dell’area MED per l’implementazione e ottimizzazione delle RIS3. Da un punto di vista operativo, il Progetto agirà attraverso l’organizzazione di workshop locali e trans-nazionali, visite studio, incontri peer-to-peer, supportato dallo sviluppo di modelli trasferibili finalizzati alla definizione delle azioni e di strumenti analitici per un processo decisionale evidence-based. Il network internazionale è composto da università, autorità pubbliche ed enti locali L’Università Mediterranea è partner del progetto e l’unità di Ricerca è coordinata dalla Prof.ssa Carmelina Bevilacqua.

Relazioni Internazionali

Il Network Internazionale di Ricerca del Laboratorio CLUDs è costituito dai seguenti Atenei:

  • Università degli studi “Mediterranea” di Reggio Calabria, IT;
  • University of Salford, UK;
  • Aalto Korkeakoulusaatio, FI;
  • Università La Sapienza di Roma, IT;
  • Northeastern University of Boston, MA, US;
  • San Diego State University, CA, US;
  • Louisiana Tech University, LA, US;

Salita Melissari - 89124 Reggio Calabria - CF 80006510806 - Fax 0965 332201 - URP:Indirizzo di posta elettronica dell'ufficio relazioni con il pubblico- PEC:Indirizzo di posta elettronica certificata dell'amministrazione
Feed RSS Facebook Twitter YouTube Google+

PRIVACY - NOTE LEGALI